• Presciistica – Rendi Speciale la tua passione

    Presciistica – Rendi Speciale la tua passione

    L’importanza delle presciistica come non l’avete mai pensata

    Inizia la stagione invernale e ci si prepara a poter godere delle meraviglie che la montagna offre in questo periodo così unico.

    Lo sport più praticato e la più grande passione di chi ama la montagna in inverno è naturalmente lo sci, ma come si può vivere una stagione indimenticabile? Come si fa a praticare un’attività così intensa e particolare, senza rischiare di restare con una “gomma a terra”? Queste sono le domande che più frequentemente ci sentiamo rivolgere.

    Partire immediatamente in quarta, anche se con le migliori intenzioni, è l’errore più comune. È inoltre, ovviamente, l’errore più grande.

    Facciamo un attimo il punto della situazione: statisticamente in media si verificano all’incirca 48000 infortuni l’anno mentre si pratica uno sport invernale. La percentuale decisamente maggiore spetta allo sci con il 54%, seguito dallo snowboard con il 18%. Solo nel 2012 all’incirca 25 727 sciatori e 7920 snowboarder hanno subito un infortunio.

    http://www.suva.ch/it/startseite-suva/praevention-suva/sichere-freizeit-suva/unfallstatistik-tab-suva.htm

    statistik-2012-winter-aufteilungLa maggior parte di queste percentuali avvengono semplicemente perché non abbiamo fatto la cosa più semplice: non abbiamo dato la giusta importanza alla nostra passione, quindi a noi stessi.

    Non si tratta solo della salute (“quando stai bene ti manca tutto, ma quando ti manca la salute ti manca una cosa sola” Giuseppe Weiss) si tratta di realizzare la propria passione, con saggezza. Prenderci cura di noi stessi non è un peso, una cosa superflua, ma è la base per poter essere protagonisti della nostra vita, per realizzare sempre qualcosa di grande e trasmetterlo positivamente a chi ci circonda.

    Non possiamo più pensare di dover avere solamente un fisico allenato e resistente, quadricipiti forti e addominali potenti. Per essere all’altezza della situazione dobbiamo voler essere all’altezza dei nostri desideri, dei nostri sogni, delle nostre aspettative…e non c’è giudice più severo di noi stessi! Temiamo questo SELF-CONTEST perché la difficoltà più grande è e sarà sempre quella di superare i propri limiti. Ma se solo riusciamo a fare un passo in questa giusta direzione, verremo ripagati così ampiamente che diventeremo addirittura CONTAGIOSI.

    Attenzione però, il cambiamento positivo è VIRALE!

    Pur difficile che possa sembrare o essere, nel quotidiano di ognuno di noi, trovare il tempo e lo spazio da dedicare correttamente alla nostra preparazione, diventerà naturale. Non serviranno grandi sforzi e ci accorgeremo che lo facciamo in modo spontaneo. Troveremo persino aiuto dove prima non lo immaginavamo e in ciò che pensavamo fossero degli ostacoli.

    È il significato che daremo a questo nuovo inizio che sarà la nostra forza.

    Sciare consapevoli e sicuri delle proprie capacità fisiche, tecniche e soprattutto mentali, non significherà più solamente un divertimento, la nostra soddisfazione, un modo di prevenire gli infortuni, l’occasione per sciare con continuità tutta la stagione, un momento di comunione con i paesaggi e la natura della montagna, di socializzazione e condivisione con amici e familiari o di realizzazione personale.

    Sarà tutto questo insieme.

    Fate di nuovo attenzione! Da questa consapevolezza non si torna più indietro. I limiti diverranno sfide, le difficoltà saranno l’occasione per essere migliori di ciò che conoscevamo prima. Non rinunceremo mai più a ciò che è veramente importante: noi.

    Io lancio il sasso nello stagno, ma sono le increspature dell’acqua che diffondono la mia energia.

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply

Twitter @FassaPower

Find us on Google Plus